Anziani, è indispensabile una programmazione chiara.

26

“Bene la Commissione d’inchiesta sul Covid-19, ma è fondamentale anche riprendere l’analisi del futuro delle RSA. Prendiamo pure atto di quanto è avvenuto, analizzandolo nel profondo, ma guardiamo contestualmente al futuro.

Oltre alla riforma delle Ipab, progettiamo il futuro delle politiche a favore degli anziani senza scontri ideologici tra servizi domiciliari e residenziali, lavoriamo perché i giovani possano entrare numerosi di nuovo nelle professioni sanitarie e socio sanitarie, anche attraverso un miglior sistema di orientamento scolastico, avendo ben presente gli appuntamenti che i dati demografici ci rappresentano rispetto alle fragilità del futuro”.

A dirlo è il Vicepresidente del Consiglio regionale del Veneto Nicola Finco (Liga Veneta) che aggiunge: “Dobbiamo considerare che tra una quindicina di anni raggiungeranno l’anzianità i figli del baby boom degli anni Sessanta e che, visto l’esiguo numero di figli, rischiamo di avere molti anziani fragili e senza assistenza.

È importante portare avanti una programmazione chiara con investimenti nelle strutture per anziani e disabili.

Sarà utile anche attivare, con la collaborazione dei Comuni, un censimento degli anziani soli, per poter adeguare le strutture e monitorare le fragilità, intervenendo nelle situazioni di difficoltà.

La nostra sfida principale deve essere quella di prevedere il futuro”.