Accordo con l’Ulss 6 Euganea per l’assistenza medica

67

Nuova convenzione per il Centro Servizi Beato Pellegrino e per il “Giusto Antonio Bolis” di Selvazzano Dentro

Approvata dal Consiglio di amministrazione di Alta Vita-Ira una nuova convenzione con l’Azienda Ulss 6 Euganea. Alta Vita ospiterà nei propri locali del Centro Servizi “Bolis” di Selvazzano la guardia medica territoriale in cambio dell’erogazione del servizio medico dalle 20 alle 8, sette giorni su sette, nel Centro Servizi Beato Pellegrino di Padova e nel Centro Servizi Bolis di Selvazzano, dalle 20 alle 8 dal lunedì al venerdì, dalle 14 del sabato alle 8 del lunedì e dalle 14 dei prefestivi e festivi fino alle ore 8 del giorno successivo. L’intesa avrà la durata di 9 anni, e potrà essere tacitamente rinnovata.

Con tale atto Alta Vita e Ulss 6 Euganea risolvono ciascuna un proprio problema: la carenza di personale medico per far fronte al servizio notturno, la prima; l’altra ottiene un miglioramento della programmazione territoriale della “Continuità assistenziale” (ex Guardia medica) afferente al territorio del Distretto Terme-Colli.

Alta Vita, con questa convenzione, risolve un impellente problema nel campo dell’assistenza sanitaria. Non era più possibile, con il personale medico a disposizione, garantire un servizio medico anche in orario notturno. Le viene incontro ora l’Ulss 6 che garantirà il proprio servizio di continuità assistenziale sia in via Beato Pellegrino che a Selvazzano.

I locali del “Bolis” di Selvazzano Dentro, oggetto della concessione, sono ubicati al pian terreno della struttura, con ingresso e uscita sia dall’ingresso principale del Centro Servizi, sia in forma indipendente dalla porta posta in prossimità dei locali concessi in uso. L’Ulss si è impegnata a coprire le spese per gli interventi di manutenzione straordinaria finalizzati all’adeguamento dei locali dati in uso, al fine di renderli funzionali alle attività di “Continuità assistenziale” che l’Azienda Euganea attiverà.

Fino ad ora, nell’ambito della convenzione sottoscritta con l’Ulss il 31 maggio 2019, Alta Vita ha garantito l’erogazione del servizio medico con proprio personale dipendente, 24 ore su 24, presso il Centro Servizi Beato Pellegrino, mentre per il Centro Servizi “Giusto Antonio Bolis”, il servizio medico è sempre stato erogato con personale dipendente solamente in orario diurno. “Purtroppo negli ultimi anni – si legge nella delibera del Consiglio di Amministrazione di Alta Vita – anche a seguito della limitazione all’accesso alla Facoltà di Medicina, si è verificata una effettiva indisponibilità di tali risorse nel mercato del lavoro, con conseguente oggettiva difficoltà di reperimento. A tale criticità si è aggiunta, ormai da dieci mesi, l’emergenza sanitaria causata dalla pandemia Covid-19 che ha ulteriormente aggravato la situazione critica già in essere e ha imposto all’Ente di ricercare un intervento risolutivo, in quanto non risulta più possibile, con il personale medico a disposizione, garantire un servizio medico anche in orario notturno”.

Di qui gli incontri con l’Ulss e la sottoscrizione della nuova convenzione.